Li portavano a una fiera chiusi in due valigie. Salvati da un poliziotto e accuditi dai volontari LNDC che hanno trovato per tutti loro un’adeguata sistemazione in famiglia. Rosati: soddisfazione per la condanna dei due colpevoli ma pene ancora troppo leggere, non hanno effetto deterrente.

I fatti risalgono a un anno fa, quando un poliziotto ha fermato due uomini che camminavano portando con sé due trolley. L’agente infatti aveva sentito dei guaiti provenire dalle valigie e, dopo essersi identificato, ha chiesto ai due di aprire i bagagli, scoprendo all’interno sette cuccioli di circa 40 giorni in pessime condizioni. I due uomini, un italiano e un tedesco, sono quindi stati denunciati per maltrattamento di animali mentre i cuccioli con la loro mamma Noa sono stati posti sotto sequestro e affidati al canile di Borgovercelli, gestito dalla Sezione locale di LNDC.

Abbiamo ovviamente provveduto subito a prestare tutte le cure necessarie ai cagnolini”, afferma Massimo De Maio – Presidente della Sezione LNDC di Vercelli. “Una volta ristabiliti, tutti i cuccioli sono stati affidati a famiglie amorevoli dove potranno avere una vita serena, mentre Noa è stata adottata da una nostra volontaria. Essendoci costituiti parte civile nel processo per maltrattamento, abbiamo seguito da vicino tutte le fasi del procedimento e oggi apprendiamo con soddisfazione che i due uomini sono stati condannati e i cani sottoposti a confisca definitiva. Potranno quindi restare con le loro famiglie adottive.”

Colgo l’occasione per ringraziare, insieme a quelli di Vercelli, tutti i nostri volontari che ogni giorno si impegnano su tutto il territorio nazionale per salvare gli animali in difficoltà. La storia di Noa e dei suoi cuccioli purtroppo non è un caso isolato, ma per fortuna ha avuto un lieto fine”, commenta Piera Rosati – Presidente Nazionale LNDC. “La condanna per i due colpevoli è sicuramente una soddisfazione, anche se si tratta solo di due mesi di reclusione e la pena è stata sospesa. In poche parole non faranno nemmeno un giorno di carcere. È importante quindi tornare a sottolineare la necessità urgente di inasprire le pene per chi commette reati contro gli animali, affinché la legge abbia davvero un effetto deterrente”.

16 gennaio 2019

Lega Nazionale per la Difesa del Cane
Ufficio Stampa
Tel 02 26116502
Fax 02 36638394
info@legadelcane.org
www.legadelcane.org