Il Milleproroghe allontana di un altro anno il divieto di test sugli animali per tabacco, alcool e droghe. Rosati: una scelta inaccettabile, centinaia di migliaia di animali continuano a soffrire e a morire inutilmente.

Nel 2014 avevamo esultato per il Decreto Legislativo n. 26 che con 4 anni di ritardo, recepiva in modo restrittivo le disposizioni della direttiva europea 2010/63/UE sulla sperimentazione animale e prevedeva entro quattro anni la messa al bando dei test sugli animali per sostanze come alcool, tabacco e droghe, test che rappresentano una vera e propria tortura senza senso ai danni degli animali coinvolti. La proroga era stata rinnovata nel 2017 e sarebbe dovuta terminare alla fine di quest’anno. Tuttavia, nel Decreto Milleproroghe redatto in questi giorni, il Governo ha inserito un’ulteriore proroga, facendo slittare lo stop al dicembre 2020.

Dobbiamo ringraziare la Lega Anti-Vivisezione perché, grazie al loro intervento, la proroga, inizialmente prevista per due anni, è stata ridotta a un solo anno”, fa sapere Piera Rosati – Presidente LNDC Animal Protection, “ma rimane comunque una misura inaccettabile. Centinaia di migliaia di animali continuano a soffrire e morire per valutare gli effetti che alcool, tabacco e droghe hanno su di loro. Non sull’essere umano, ma su di loro. Test, quindi, decisamente inutili e fini a se stessi. Speriamo che nei lavori di conversione in Legge del Decreto, che dovranno concludersi entro il prossimo febbraio, la proroga venga totalmente azzerata.”

La nostra posizione sulla cosiddetta sperimentazione è nota ormai da anni e una grandissima parte della comunità scientifica condivide con noi la convinzione che sia del tutto inutile, a maggior ragione in casi come questo. Continuiamo quindi a chiedere che si investano maggiori risorse sui metodi alternativi, previsti come prioritari dalla direttiva europea 2010/63/UE in materia di protezione degli animali usati a scopi scientifici”, conclude Rosati.

27 dicembre 2019

Lega Nazionale per la Difesa del Cane
Ufficio Stampa
Tel 02 26116502
Fax 02 36638394
stampa@legadelcane.org
comunicazione@legadelcane.org
www.legadelcane.org