Morta dopo essere stata soccorsa, forse per un’emorragia interna causata dai colpi ricevuti sulla schiena. La sua colpa è stata quella di entrare in un negozio. Rosati: stiamo raccogliendo tutte le informazioni utili per la denuncia, faremo di tutto per dare giustizia a questa povera gatta.

Nei giorni scorsi una gattina si era introdotto in un negozio di abbigliamento a Lucera, in provincia di Foggia, forse in cerca di riparo o semplicemente perché si era smarrita. Stando a quanto riportato da alcuni post sui social network, la gatta sarebbe stata presa a colpi di scopa sulla schiena fino a spezzargliela. La micia sarebbe poi stata soccorsa nel tentativo di salvarle la vita ma senza purtroppo riuscirci e sarebbe morta poche ore dopo. Un gesto crudele e spietato che sta suscitando grande sdegno sulla rete.

Come facciamo sempre quando riceviamo segnalazioni di questo tipo, ci siamo subito attivati per sporgere denuncia alle autorità competenti”, afferma Piera Rosati – Presidente LNDC Animal Protection. “Per farlo, stiamo raccogliendo tutte le informazioni necessarie tramite i nostri attivisti della Sezione LNDC di Vieste. Sembrerebbe infatti che il nome del negozio che sta circolando sui social in queste ore non sia quello giusto e, da quanto sappiamo, nessuno dei presenti ha finora sporto denuncia.”

Questi atti di violenza sono raccapriccianti e la persona che ha commesso questa barbarie deve pagare. Allo stesso tempo bisogna muoversi in maniera razionale e corretta se si vuole cercare realmente di ottenere un risultato. Scatenare una caccia al mostro su internet, diffondendo notizie inesatte, non solo vuol dire creare problemi a chi magari non ha nulla a che fare con la questione ma anche – e soprattutto – far perdere efficacia e credibilità all’azione da intraprendere e alle nostre battaglie in generale”, continua Rosati.

Il web può essere una enorme risorsa ma anche un’arma a doppio taglio. Appena avremo tutte le informazioni corrette, sentendo le persone che affermano di aver assistito a questa raccapricciante scena, provvederemo a denunciare e faremo di tutto affinché questo povero gatto abbia giustizia”, conclude Rosati.

20 dicembre 2019

Lega Nazionale per la Difesa del Cane
Ufficio Stampa
Tel 02 26116502
Fax 02 36638394
stampa@legadelcane.org
comunicazione@legadelcane.org
www.legadelcane.org

Fonte immagine: foggiatoday.it