Egregio sig.
dott. Luca Ferrari
Ambasciata d’Italia a Pechino
amb.pechino@cert.esteri.it

Milano, 9 ottobre 2020

Oggetto: morte di 5000 cuccioli di animali nella struttura di Dongxing Logistics a Luohe 

Egregio dott. Ferrari,

Le scrivo in qualità di Presidente della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, una delle più antiche e importanti associazioni protezionistiche presenti in Italia, dal 1950 impegnata nella tutela della vita e del benessere degli animali di ogni specie e razza, con circa 80 sedi locali e migliaia di soci, volontari e sostenitori in tutto il territorio nazionale, oltre a quasi un milione di seguaci sui social network.

Dagli organi di stampa ho appreso una notizia terribile: nella struttura di Dongxing Logistics a Luohe, nella provincia di Henan, sono stati ritrovati morti circa 5000 cuccioli di cani, gatti, porcellini d’India e conigli, dopo che gli stessi erano stati rinchiusi dentro degli scatoloni di cartone o di metallo per essere spediti.

Da quanto ho potuto leggere, i cuccioli sarebbero rimasti per una settimana dentro gli scatoloni, senza cibo né acqua, e tutto ciò a causa di un difetto di comunicazione all’interno della compagnia di navigazione, che comunque aveva autorizzato la spedizione, nonostante questa riguardasse animali vivi chiusi nelle scatole, in violazione delle norme vigenti in Cina.

In questa vicenda hanno evidentemente gravi responsabili anche i venditori e gli acquirenti degli animali sottoposti a questo tipo di spedizioni, che sono fonte di grave maltrattamento e peraltro sono pericolose anche per la salute pubblica, e questo argomento dovrebbe essere adeguatamente attenzionato nel periodo di pandemia che stiamo vivendo.

A nome dell’associazione che rappresento, Le chiedo di volersi attivare per dare un sostegno alle tante associazioni locali che combattono contro questo tipo di commercio di animali e si preoccupano di favorire invece la loro adozione, salvandoli da luoghi di sofferenza, dando così un contributivo fattivo affinché casi come quello avvenuto a Luohe non abbiamo più a verificarsi.

Confidando in uno suo positivo riscontro, porgo cordiali saluti.

Piera Rosati
Presidente