Ill.ma Sindaca
Città di Barcellona
Ada Colau

alcaldessa@bcn.cat

Milano, 3 gennaio 2018

Oggetto: uccisione cagnolina Sota

Illustrissima Sindaca Colau,

scrivo in qualità di Presidente di Lega Nazionale per la Difesa del Cane, una delle più antiche e importanti associazioni protezionistiche presenti in Italia, dal 1950 impegnata nella tutela della vita e del benessere degli animali di ogni specie e razza, con migliaia di soci, volontari e sostenitori in tutto il territorio nazionale, oltre a quasi un milione di seguaci sui social network.

L’uccisione della cagnolina di nome Sota, unica compagna di vita di un senza tetto della Sua città, è stato un atto gravissimo, insensato e crudele che ha suscitato l’indignazione di tutte le persone dotate di sensibilità e buon senso anche al di fuori dei confini nazionali della Spagna. Sensibilità e buon senso che evidentemente mancano totalmente all’agente di polizia che ha pensato di freddare senza pietà un animale che, come si evince dalle testimonianze, non rappresentava affatto un pericolo per nessuno.

Quand’anche fosse vero che la cagnolina l’avesse morso a un braccio per difendere il suo compagno umano, come ha affermato l’agente pur essendo smentito da diversi testimoni, la reazione è stata oltremodo sproporzionata e ingiustificata. Le scrivo, quindi, per chiederle di prendere seri provvedimenti nei confronti dell’agente della Guardia Urbana che si è macchiato di una uccisione così cruenta e immotivata, dimostrando un totale disprezzo per la vita di un essere vivente.

Nella speranza di un suo riscontro in tal senso e rimanendo a disposizione per un ulteriore confronto, le porgo distinti saluti.

Piera Rosati
Presidente Nazionale