Al Sindaco
Comune di Melilli
Dott. Giuseppe Carta
sindaco@pec.comune.melilli.sr.it
protocollo@pec.comune.melilli.sr.it

Milano, 26 giugno 2020 

Oggetto: incentivo per l’adozione dei cani ricoverati presso il canile convenzionato

Ill.mo Sindaco,

scrivo in qualità di Presidente di Lega Nazionale per la Difesa del Cane, una delle più antiche e importanti associazioni protezionistiche presenti in Italia, dal 1950 impegnata nella tutela della vita e del benessere degli animali di ogni specie e razza, con circa 80 sedi locali e migliaia di soci e volontari in tutto il territorio nazionale, oltre a quasi un milione di sostenitori sui social network.

Sono venuta a conoscenza dell’iniziativa “Adotta un amico a quattro zampe” promossa dal suo Comune, che prevede un contributo di 500€ per ogni cane adottato dal canile convenzionato fino a un massimo 5 cani per nucleo familiare. Premetto che conosco molto bene il problema del randagismo e dei canili sovraffollati nella sua Regione, ma sono convinta che l’incentivo economico per incrementare le adozioni non sia la soluzione più adatta per garantire in primis il benessere degli animali di proprietà del Comune, cosa di cui Lei è responsabile in prima persona.

Se a uno sguardo superficiale potrebbe sembrare una buona idea, iniziative come questa possono facilmente prendere una china pericolosa di mercificazione dei cani, spingendo le persone ad adottare un animale solo per poter riscuotere il contributo previsto. Inoltre, il fatto che si possano adottare fino a 5 cani nello stesso nucleo familiare, può fare facilmente gola a chi pensa di poter incassare una grossa cifra con poco sforzo. È vero che il Regolamento Comunale prevede che vengano fatti dei controlli per verificare le buone condizioni di detenzione dei cani adottati, ma a tal proposito mi sorgono diverse domande.

Innanzitutto, le chiedo chiarimenti su chi si occupa di valutare le richieste di adozione per affidare il cane giusto alla persona giusta e secondo quali criteri. Inoltre, vorrei sapere quali controlli vengono effettuati successivamente al perfezionamento dell’adozione, se tali controlli vengono effettuati da persone con competenza nella valutazione del benessere psicofisico animale, con quale frequenza e per quanto tempo dopo che l’animale è stato adottato. Dall’esperienza maturata in 70 anni di attività della nostra Associazione, ho infatti imparato che i controlli pre e post affido sono fondamentali per garantire il benessere degli animali dati in adozione e devono essere costanti. I primi infatti servono a valutare correttamente l’affidabilità e l’adeguatezza della famiglia per il cane scelto, i secondi sono fondamentali per monitorare le condizioni di detenzione e devono tenere in considerazione non solo l’aspetto igienico-sanitario ma anche quello etologico del cane anche a distanza di anni e non solo per le prime settimane o mesi successivi all’adozione.

La Determina Dirigenziale n°1340 del Registro Generale – datata 15 giugno 2020 – mostra che il contributo è già stato disposto per alcune persone che hanno presentato la richiesta di adozione pochi giorni o settimane prima, facendo dubitare della accuratezza dei controlli dato che non è possibile che al 15 giugno si possa essere certi, ad esempio, della corretta modalità di detenzione di un cane richiesto il 4 dello stesso mese (prot. 770/PM).

Le invito quindi, anche ai sensi della L. 241/90 e s.m.i., a fornirmi un resoconto delle attività di controllo svolte finora sulle adozioni richieste e andate in porto o rifiutate, con indicazione delle competenze del personale incaricato di tali attività e la frequenza con cui i controlli sono stati effettuati. In mancanza di ciò, il nostro ufficio legale provvederà a intraprendere ogni idonea azione giudiziaria.

Ricordandole che l’adozione di un animale comporta delle responsabilità e che quindi deve essere fatta con la giusta consapevolezza e non per un mero tornaconto economico, e confidando nella sua collaborazione per chiarire gli aspetti da me richiesti, le porgo distinti saluti.

Piera Rosati
Presidente Nazionale