FAKE NEWS – LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE

Sta girando su internet la falsa notizia che al canile di Campo Calabro LNDC abbia prelevato brutalmente alcuni cani. L’Associazione smentisce formalmente questa menzogna e procederà penalmente contro chi ha accalappiato il cane in quel modo e contro chi continua a diffondere queste informazioni assolutamente false.

Da giorni sta girando in rete un video in cui un cane viene caricato su un furgone con metodi cruenti. Il video in questione, diffuso da un paio di profili facebook ben specifici, è stato realizzato e pubblicato da persone che gravitano intorno al canile di Campo Calabro (RC) e le didascalie lasciano intendere che tale brutale trattamento sia riconducibile a personale o volontari incaricati da LNDC. Niente di più falso.

È bene chiarire che il trasferimento dei cani è stato ordinato dal GIP a seguito del sequestro della struttura, avvenuto nel 2016 per iniziativa della Procura della Repubblica di Reggio Calabria che ha indagato i gestori per le condizioni in cui venivano tenuti i cani.

Su richiesta del GIP e del Corpo Forestale dei Carabinieri, Lega Nazionale per la Difesa del Cane, coi propri volontari, ha già provveduto a trasferire i cani più bisognosi, prelevandoli – come sempre avviene – con cura e nel massimo rispetto, ancor più viste le condizioni in cui sono stati trovati gli animali.

Il video in questione non riguarda in alcun modo personale incaricato da LNDC. Ma avendo noi denunciato degli illeciti, ora si sta cercando di diffamare la nostra Associazione anche tramite menzogne come questa.

I reati perpetrati a danno degli animali, così come qualsiasi altro tipo di reato, verranno denunciati e discussi nelle sedi opportune, compreso le modalità del trasferimento dei cani di proprietà dei Comuni da parte del soggetto che ha svolto questa attività.

28 maggio 2018

Lega Nazionale per la Difesa del Cane
Ufficio Stampa
Tel 02 26116502
Fax 02 36638394
info@legadelcane.org
www.legadelcane.org