#Buttaibotti2020 è l’hashtag della campagna di LNDC Animal Protection. È l’appello che anche quest’anno la nostra Associazione rivolge ai cittadini. LNDC ne rivolge però un altro ai Sindaci italiani: non li fate sparare. Vietate i botti. Emettete delle ordinanze per proibirli.

Fatelo per gli animali, che patiscono dei serissimi traumi a causa dei rumori assordanti dei petardi – sono insopportabili per la loro soglia uditiva infinitamente più sviluppata e sensibile di quella umana – e delle luci accecanti dei fuochi d’artificio.

Il panico ingenerato dai botti li porta a disorientarsi. Molti di loro rischiano di perdersi o di essere investiti dalle automobili. Le segnalazioni di cani e gatti smarriti dopo la notte di Capodanno sono sempre tantissime. Se non sono muniti di microchip, spesso i cani finiscono in un canile. Senza contare gli altri animali selvatici, di ogni specie, che finiscono sotto le ruote delle nostre macchine, in fuga dai rumori provocati dalle esplosioni.

Fatelo per le vostre comunità. Fatelo, per evitare che i telegiornali del primo giorno del 2021 debbano aggiornare le statistiche sugli incidenti provocati dai botti.

La presidente LNDC Piera Rosati si rivolge apposta ai Sindaci: “So che è un’ordinanza difficile da far rispettare, ma può comunque rappresentare un deterrente. E, soprattutto, può essere un segnale per educare la cittadinanza a evitare di tenere dei comportamenti pericolosi, festeggiando l’avvento del 2021 in maniera più rispettosa del benessere e della vita di tutti. Sempre più Comuni si stanno adeguando a questa scelta di civiltà. E vietano l’utilizzo di botti e petardi.

Mentre noi a Capodanno ci divertiamo, gli animali vivono un incubo che sembra durare un’eternità.

#Buttaibotti2020. E tu, Sindaco, non farli sparare.

15 dicembre 2020