LNDC sporge denuncia: “Caccia al responsabile”.

Il corpo senza vita di un pastore tedesco è stato rinvenuto nelle acque tra Ghedi e Montichiari avvolto in un lenzuolo. LNDC Animal Protection: “Ci auguriamo che si risalga presto all’autore dell’orrendo gesto, intanto il nostro staff legale si è già attivato”.

Retroscena ancora oscuro sui moventi del macabro ritrovamento avvenuto in provincia di Brescia, nel torrente al confine tra Ghedi e Montechiari: un pastore tedesco è stato rinvenuto avvolto in un lenzuolo, grazie ad alcuni passanti che hanno segnalato la carcassa del povero animale ai carabinieri.

Lo staff legale di LNDC Animal Protection si è immediatamente attivato appena saputa la notizia e ha sporto denuncia contro ignoti. Ora starà alle forze dell’ordine risalire all’autore del gesto e verificare se il cane abbia o meno il microchip per risalire al proprietario.

Al momento, secondo quanto abbiamo appreso, sono due le ipotesi sul tavolo degli agenti: la prima è che il pastore tedesco sia stato annegato nel torrente Garza, la seconda che sia stato ucciso e che l’autore, in un secondo momento, se ne sia disfatto gettando il corpo nel torrente. Vi terremo informati sugli sviluppi, sperando si possa arrivare in breve tempo a identificare e punire il responsabile di un’azione tanto raccapricciante.

Milano, 10 settembre 2021