Il giovane breton era nel veicolo quando quest’ultimo è stato rubato. Ritrovato senza vita vicino alla ferrovia, probabilmente investito dal treno. Rosati: i ladri avrebbero potuto lasciarlo in un centro abitato, ma l’hanno abbandonato in campagna condannandolo a morte. LNDC denuncia.

Alcuni giorni fa, nel quartiere Palese del capoluogo pugliese, dei ladri hanno rubato un’automobile. Quello di cui forse non si erano accorti è che all’interno c’era Zeus, un giovane breton che era in procinto di uscire insieme al suo proprietario. La famiglia ha lanciato subito un appello sui social network pregando i ladri di lasciare il cane da qualche parte in modo che potesse essere ritrovato e riportato a casa. Purtroppo, dopo qualche giorno, Zeus è stato effettivamente ritrovato ma senza vita vicino ai binari del treno. Probabilmente è stato investito nel tentativo di attraversarli.

Quello che è successo è gravissimo, un’auto è un oggetto ma un cane è un membro della famiglia”, afferma Piera Rosati – Presidente LNDC Animal Protection. “I criminali avrebbero potuto lasciarlo in un centro abitato per far sì che venisse ritrovato, invece hanno scelto evidentemente di abbandonarlo in aperta campagna, incuranti della sua incolumità e della sua vita. Ovviamente sporgiamo denuncia anche noi per la morte del povero Zeus, un’altra vittima della cattiveria e dell’indifferenza di persone senza scrupoli.”

Auspico che le forze dell’ordine facciano tutto il possibile per individuare i ladri dell’auto che si sono anche macchiati della morte di un essere vivente, cosa ancora più grave. Al tempo stesso è bene ricordare a tutti i proprietari di animali che è buona norma non lasciarli mai incustoditi in auto o in strada perché purtroppo il mondo è pieno di gente malvagia che non ha rispetto per la vita altrui”, conclude Rosati.

30 ottobre 2019

Lega Nazionale per la Difesa del Cane
Ufficio Stampa
Tel 02 26116502
Fax 02 36638394
stampa@legadelcane.org
comunicazione@legadelcane.org
www.legadelcane.org