ANZIO (RM) – GATTINI UCCISI BRUTALMENTE
Nel comune del litorale romano la macabra scoperta. Alcuni erano in uno scatolone, altri sparsi sul marciapiede. Le indagini non escludono i riti satanici. LNDC sporge denuncia. Rosati: chiunque abbia informazioni utili si rivolga a noi o alle forze dell’ordine.

Nel weekend della domenica delle palme, un uomo e una donna hanno visto dei piccoli cadaveri di gatto sparsi sul marciapiede. Immediatamente hanno contattato la Polizia Locale e il loro intervento ha portato alla scoperta di qualcosa di ancora più macabro. Poco lontano infatti c’era uno scatolone con altri cuccioli di gatto uccisi. Un totale di 17 gattini con la testa fracassata e sgozzati. Stando a quanto riportato, i piccoli avevano solo pochi giorni di vita. Le forze dell’ordine intervenute sul posto hanno avviato le indagini per risalire agli autori di questo gesto atroce, senza escludere possibili riti satanici.

Chi si è macchiato di una crudeltà del genere non può e non deve passarla liscia”, afferma Piera Rosati – Presidente LNDC Animal Protection. “Persone che sono capaci di tali efferatezze, di prendersela in questo modo con delle creature piccolissime e totalmente indifese, sono un pericolo non solo per gli animali ma anche per gli altri esseri umani e vanno fermate. Ho dato mandato al nostro ufficio legale di sporgere denuncia per dare maggiore forza all’attività investigativa e preghiamo chiunque possa dare informazioni utili di contattare noi o le forze dell’ordine. Aiutateci ad assicurare alla giustizia chi ha massacrato senza pietà dei poveri gattini innocenti.”

LNDC ricorda che l’uccisione di animali è punita dall’art. 544-bis del codice penale che prevede la reclusione da 4 mesi a 2 anni. “Oltre a individuare e punire questi psicopatici”, conclude Rosati, “è necessario prestare maggiore attenzione nella custodia dei propri animali ed evitare che finiscano nelle loro mani. Allo stesso tempo è fondamentale fare le adeguate verifiche e controlli prima e dopo aver dato un cane o gatto in adozione, cosa che LNDC fa ormai da anni come prassi. Purtroppo molti privati continuano a far fare cucciolate e danno via i piccoli senza le dovute accortezze e spesso se ne perdono le tracce o fanno una brutta fine.”

27 marzo 2018

Lega Nazionale per la Difesa del Cane
Ufficio Stampa
Tel 02 26116502
Fax 02 36638394
info@legadelcane.org
www.legadelcane.org

Ti piace? Condividi