LNDC DENUNCIA: “ORA LA CACCIA È AL COLPEVOLE”

È stato ammazzato a colpi di fucile nei boschi tra Grondona e Roccaforte Ligure. LNDC Animal Protection ha sporto denuncia contro ignoti, mentre è stata già inviata una segnalazione alla Procura della Repubblica. La presidente Piera Rosati: “Un episodio gravissimo ai danni di un animale protetto, da sempre vittima di pregiudizi difficili da sradicare”.

LNDC Animal Protection ha denunciato la persona responsabile di questo delitto consumato nel cuore verde del Piemonte. Il macabro ritrovamento è avvenuto nei boschi tra Grondona e Roccaforte Ligure, in Valle Spinti in provincia di Alessandria: la carcassa di un giovane lupo è stata trovata alcuni giorni fa e non vi sono stati dubbi, l’animale è stato ucciso a colpi di fucile. La segnalazione è stata fatta dal personale di Life WolfsAlps, che ha il compito di censire i lupi presenti sul territorio provinciale, dopo di che è stata inviata una segnalazione alla Procura della Repubblica.

LNDC Animal Protection è subito scesa in campo su un tema caro all’associazione, la protezione di un animale a rischio estinzione e vittima di idee e pregiudizi come pochi altri, con la ferma volontà di cercare di risalire a chi ha compiuto questo gesto.

“Come abbiamo sempre affermato, gli animali selvatici sono una risorsa e una protezione per l’equilibrio dell’intero ecosistema”, ha affermato la presidente nazionale LNDC Animal Protection Piera Rosati, che ha continuato: “Bisogna avere il giusto rispetto per la vita e l’ambiente e tutelarli, implementando tutte le misure necessarie per una corretta convivenza tra loro e l’uomo, senza voler per forza imporre la presenza di quest’ultimo a discapito della fauna. Purtroppo, come ho già detto diverse volte”, conclude la presidente, “troppe persone credono ancora alla favola del lupo cattivo che va ucciso per potere stare al sicuro. Sembra che in molti siano affetti da una specie di sindrome da Cappuccetto Rosso, con il lupo sempre pronto a mangiarseli. Le cose non stanno così e chi realmente conosce la natura e gli animali selvatici lo sa bene”. Ora LNDC e il proprio staff legale andranno avanti su questo caso con l’obiettivo di individuare l’autore di un’azione che non può rimanere impunita.