Una vicenda surreale, una cronaca da Marte ma siamo in Sardegna. Nella terra al confine con l’illecito che diventa abbandono, degrado, inciviltà. Nonostante l’imponente schieramento di forze, e’ fallito il nuovo blitz delle forze dell’ordine per la cattura di una mandria di bovini inselvatichiti che da qualche tempo costituisce un serio pericolo per la circolazione sulla statale 131 nel tratto a nord di Bauladu. Al blitz, scattato all’alba sul lato ovest della statale e concluso in tarda mattinata, hanno partecipato decine di uomini tra agenti di Polizia e del Corpo forestale e di vigilanza ambientale della Regione, componenti della compagnia barracellare di Bauladu e personale dell’azienda socio sanitaria. Nelle prime ore del mattino e’ stato individuato un capo bovino, ma il tentativo di catturarlo vivo sparandogli una iniezione di sedativo e’ fallito. L’animale poi e’ scappato facendo perdere le proprie tracce e non e’ stato piu’ rintracciato nonostante l’intervento di un elicottero del VII Reparto Volo della Polizia che ha sorvolato piu’ volte l’area nella quale era stato avvistato. Il blitz di martedì, il secondo in poche settimane, e’ scattato a seguito dall’ennesimo incidente provocato in quel tratto della 131 dalla presenza di animali incustoditi sulla carreggiata. Un autobus dell’Arst proveniente da Macomer e diretto a Cagliari con due passeggeri a bordo, aveva investito un torello uccidendolo.

Ti piace? Condividi!