Siena – Fermiamo i palii

Logo LNDC logo progetto islander

SIENA – FERMIAMO I PALII
Al via il processo per maltrattamenti su alcuni cavalli del Palio. Lega Nazionale per la Difesa del Cane e Progetto Islander chiedono l’abolizione di questo genere di eventi basati sulla sofferenza e lo sfruttamento degli animali. Allo studio una legge per tutelare gli equidi.

Il prossimo 2 luglio tornerà per l’ennesimo anno il Palio di Siena che, come tutte le manifestazioni di questo tipo che si svolgono in varie parti d’Italia, rappresenta un incubo per tutti i cavalli coinvolti. Gli equidi infatti sono animali particolarmente sensibili e timorosi e già solo l’esposizione al frastuono della piazza gremita sarebbe sufficiente per essere considerata una forma di maltrattamento, dato lo stress che può causare agli animali. A questo si aggiungono il doping, lo sforzo eccessivo, il fondo pericoloso e la velocità insostenibile a cui i cavalli sono costretti nelle corse, principali cause dei tanti infortuni e decessi che si verificano costantemente da anni in questo genere di eventi.

Finalmente però qualcosa si muove e oggi prende il via un processo che vede imputati tre fantini storici del Palio e un veterinario. I capi di imputazione vanno dal maltrattamento di animali al doping e all’esercizio abusivo della professione veterinaria. Accuse molto gravi che, se confermate, metterebbero finalmente nero su bianco la crudeltà di queste manifestazioni, da anni denunciata dalle principali associazioni di protezione animali.

È ora di dire basta a queste tradizioni anacronistiche che vedono gli animali come oggetti da usare per il proprio divertimento”, afferma Piera Rosati – Presidente LNDC. “Palii, circhi, delfinari, spettacoli con animali, sono tutte espressioni di una concezione antiquata che non riconosce a queste creature lo status di essere senziente e portatore di diritti e di dignità. Continueremo a batterci affinché sempre più persone capiscano la sofferenza che si cela dietro queste forme di intrattenimento, in modo che perdano sempre più pubblico. Nell’attesa che lo Stato si decida a metterle al bando”.

Nicole Berlusconi – Presidente di Progetto Islander – aggiunge: “Stiamo lavorando insieme a LNDC per formulare una proposta di legge a difesa degli equidi, ancora troppo bistrattati e non sufficientemente tutelati. In tutta Italia, infatti, questi animali sono oggetto di maltrattamenti di vario tipo, commercio clandestino, macellazione abusiva e fonte di reddito illecito per chi specula sulla loro pelle.”

8 giugno 2017

Ufficio Stampa LNDC: tel. 02 26116502 www.legadelcane.org
Ufficio Stampa Progetto Islander: tel. 338 4016261 www.progettoislander.it

Condividi articoloShare on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on Google+

Youtube Facebook Twitter Google plus Instagram Pinterest